martedì 12 ottobre 2010

Per dire il modo in cui ci si può impegnare nel riuso e nel risparmio a bordo di una bicicletta (con qualche accessorio). Giorni fa un Internet point di Roma, situato in pieno centro, ha deciso di rinnovare il aprco computer e ha offerto gratis i computer dismessi a chi se li andava a prendere. Con mezzi a motore l'operazione sarebbe stata impossibile, a causa della ztl e del traffico. Due potenti e volitivi ciclisti si sono recati sul posto e hanno caricato 17 computer. Questo è uno degli accessori che ne ha permesso il trasporto.
L'altro è un mezzo ancora più straordinario che qui non mosteremo.
                                   
La strada da fare non era poca. Il carrello è in dotazione alla ciclofficina Centrale ed è stato trainato da una normale mountain bike.

                                     
Ecco il carrello parzialmente scaricato.

4 commenti:

Bikediablo ha detto...

Quei carrelli sono omologati per essere trainati da una bici ?
Più praticamente in caso di incidente ti pagano o paghi tu per aver utilizzato mezzi non in regola con la CDS ?

luca ha detto...

Il Regolamento di attuazione del Codice della strada, art. 225, che si riferisce agli artt. 68 e 69 del Codice stesso, recita:

«Sono consentiti i rimorchi per velocipedi purché la lunghezza del velocipede, compreso il rimorchio, non superi 3 m. La larghezza massima totale del rimorchio non deve essere superiore a 75 cm e l'altezza massima, compreso il carico, non deve essere superiore a 1 m. La massa trasportabile non deve essere superiore a 50 kg. Per la circolazione notturna il rimorchio e' equipaggiato con i dispositivi di segnalazione visiva posteriore e laterale prevista per i velocipedi all'articolo 224».

Ti ricordo anche che non esistono bici e rimorchi omologati; ci sono norme di fabbricazione CE, che è un'altra cosa.

Bikediablo ha detto...

grazie Luca, se non ti scocci riporto la cosa sul forum.

luca ha detto...

Vai tranquillo.